categoria azienda Covesa Coating Sas
logo Covesa Coating Sas
Covesa Coating Sas
Verniciature, Rinforzi Strutturali, Impermeabilizzazioni
Verniciature, Rinforzi Strutturali, Impermeabilizzazioni

VERNICIATURA E SABBIATURA




La verniciatura anticorrosione e la sabbiatura su acciaio, carbonio ed altre tipologie di materiale metallico sono due importanti attività svolte dai professionisti di Covesa Coating, l’azienda bresciana fondata nei primi anni Settanta da Abramo Corbelli.


La ditta, oggi sotto la guida dei soci, ha deciso di proseguire sulla strada delle verniciature, ampliandosi e accrescendosi in tecnologia e competenza e seguendo la formulazione di nuovi prodotti, normative e metodi applicativi.


Infine, Covesa Coating possiede al suo interno un ispettore qualificato INAC (Istituto Nazionale Anticorrosioni), grazie al quale è in grado di offrire una consulenza mirata e specializzata per ogni intervento che esegue.

CORROSIONE E TRATTAMENTI ANTICORROSIVI


La corrosione è un processo naturale ed irreversibile che consta di una lenta consumazione di un materiale (in questo caso, acciaio, carbonio ed altri materiali metallici) che porta al peggioramento delle sue caratteristiche e proprietà fisiche.


Il trattamento anticorrosivo, sostanzialmente, consiste nell’applicazione di una vernice di natura speciale che consente di evitare che gli agenti atmosferici, ma non solo, aggrediscano la superficie che si sta trattando, usurandola nel tempo.


La corrosione può interessare moltissimi materiali, nonostante solitamente si impieghi questo termine associato ai materiali metallici (metalli e loro leghe).


Per i metalli, infatti, la corrosione è un processo di degrado e ricomposizione con altri elementi presenti nell’ambiente.


I metalli e le leghe, in particolare, si trovano ad un livello energetico maggiore rispetto a quello dei corrispondenti minerali, per cui in determinate condizioni tendono a riacquistare lo status più stabile presente in natura: quello di ossido, idrato o sale.


L’ossido è un composto chimico binario che si ottiene dalla reazione tra l’ossigeno e un altro elemento, così che la sua formula contenga almeno un atomo di ossigeno ed uno del secondo elemento.


PROTEGGERE E PREVENIRE



La protezione della carpenteria metallica, contro i fenomeni corrosivi, fa riferimento alle vernici ed ai rivestimenti più innovativi, come quelli impiegati da Covesa Coating.


Per contrastare l’ossidazione dei materiali da carpenteria, e quindi conservare la forma non ossidata dei metalli, è necessario proteggerli in modo che siano in grado di assolvere pienamente le funzioni per le quali sono stati messi in opera.


In modo da prolungare la durata dei manufatti di carpenteria, inoltre, è necessaria una corretta prevenzione, da pensare sin dall’inizio, visto che deve dipendere strettamente dalle condizioni di esercizio della struttura metallica.


Quando essa è in uso, invece, è opportuno intervenire periodicamente con interventi manutentivi, restando sempre aggiornati sulle novità in materia e sull’introduzione di nuovi prodotti e metodi applicativi.


Le modalità di pulitura e ripristino del metallo sono numerose: se le parti sono removibili e di piccola entità, si procederà con la raschiatura, se invece le strutture non sono smontabili, si sceglierà il metodo della sabbiatura.


Una volta preparata la superficie, la struttura metallica è pronta per il ciclo di verniciatura.




CORROSIONE DELL'ACCIAIO


L’acciaio è uno dei materiali più diffusi nelle costruzioni edilizie e nella carpenteria ma è anche estremamente soggetto al degrado per corrosione.


In linea teorica, l’acciaio dovrebbe essere un metallo eterno, nonostante spesso la corrosione riesca ad attaccarlo e a provocare risultati disastrosi.


La corrosione dell’acciaio, infatti, ha da sempre rappresentato una sorta di mistero, oltre che un problema serio.


A differenza della ruggine del ferro, che si sviluppa e diffonde a macchia d’olio, la corrosione dell’acciaio è estremamente localizzata ed avviene in luoghi che, apparentemente, potrebbero sembrare casuali, producendo dei piccoli buchi che possono raggiungere uno spessore non trascurabile.


Questi fori indeboliscono il metallo, così tanto da farlo cedere, e sono la principale causa degli incendi industriali.


Il processo di corrosione dell’acciaio negli ambienti secchi è dovuto principalmente a reazioni chimiche con gas ossidanti: il fenomeno, in altri termini, consiste nella tendenza a ripristinare la forma ossidata, quella in cui i metalli sono naturalmente stabili.


Negli ambienti umidi, invece, la corrosione avviene per mezzo di reazioni elettrochimiche ed è legata al passaggio della corrente elettrica nelle soluzioni.





Covesa Coating, che da sempre segue una politica della qualità basata sul pieno soddisfacimento del cliente, svolge ogni intervento nel massimo della sicurezza di tutti gli operatori con i quali collabora e nel pieno rispetto della normativa vigente in materia.





SABBIATURA E VERNICIATURA

Prima di procedere con il processo di verniciatura, la struttura metallica deve essere appositamente preparata.


La sabbiatura è un procedimento meccanico con il quale si erode la parte superficiale di un materiale, tramite l’abrasione con un getto di sabbia ed aria.


In campo meccanico, la sabbiatura è uno step intermedio che asporta uno strato ossido e prepara il pezzo da riverniciare.


Il primo strato da applicare sulle strutture è il fondo antiruggine, o primer, da applicare col pennello, a rullo a o spruzzo airless.


Per ottenere un risultato ottimale, lo strumento impiegato deve vantare determinate caratteristiche e, in particolare, deve contenere i pigmenti, avere un’ottima adesione al substrato metallico e permettere un buon ancoraggio con il successivo strato di vernice.

Per garantire una perfetta compatibilità tra primer e seconda mano, sono oggi presenti sul mercato primer universali, basati su resine fenoliche modificate con resine alchiliche, adattabili a tutte le vernici.


Esistono numerose tipologie di verniciature: tra esse distinguiamo quelle a base di bitumi (miscela di idrocarburi), a base epossidica (che contiene un atomo di ossigeno tra due atomi di carbonio) o di resine, al clorocaucciu e, infine, a base di PVC e resine acriliche.


La protezione fisica delle strutture è assicurata dallo zinco, che isola l’acciaio nell’ambiente, mentre quella elettrochimica si innesca per l’elettronegatività dello zinco rispetto all’acciaio.


È necessario completare scrupolosamente il processo di zincatura, in quanto da esso dipende la durata del rivestimento applicato.